Progetto Musico Sognante Italiano
MENU
ClaudioVilla
sito di musica Italiana e Internazionale anni 60 70 80 90 dance pop classica melodica crossover

LaFavolaBlu claudio villa canzoni | claudio villa sanremo | claudio villa youtube | claudio villa granda ClaudioVilla

ClaudioVilla

 height=259

"Claudio Villa", al secolo Claudio Pica, nasce a Roma (nel quartiere Trastevere) il 1° gennaio del 1926. È negli anni ’40 che inizia ad esibirsi come cantante e tra le sue prime interpretazioni c’è Chitarratella di Carlo Buti, del quale Claudio era un accanito fan.

Sempre nello stesso periodo partecipa ad alcune trasmissioni radiofoniche romane.

 

I primi veri successi iniziano intorno agli anni ’50 in tandem con la carriera cinematografica poiché in genere interpretava canzoni del suo repertorio all’interno dei film stessi e tra questi si ricorda Serenata amara (1952) e Granata addio (1966).
Insieme a Domenico Modugno, Claudio è il cantante che vanta il maggior numero di vittorie al Festival di Sanremo: Buongiorno tristezza del 1955, Corde della mia chitarra del 1957, Addio…addio del 1962 e Non pensare a me del 1967.

La particolare timbrica della sua voce spesso non trovava spazio nell’evoluzione della musica e infatti Villa rimane legato ad un repertorio melodico e popolare con il quale aveva esordito.

Muore a Padova il 7 febbraio 1987 per un’infezione al pancreas e l’annuncio del suo decesso venne dato da Pippo Baudo durante l’ultima serata del Festival di Sanremo. Il corpo riposa a Rocca di Papa e sulla sua tomba ha voluto che ci fosse scritto “Vita sei bella, morte fai schifo”, come fosse la frase del suo ultimo stornello. 

 

height=225 

 In sintesi la carriera artistica di Claudio Villa:

 

  • Anni ’40: inizia la carriera musicale partecipando a concorsi canori locali esibendosi con brani in dialetto romano, partecipa a trasmissioni radiofoniche e nel 1947 incide il suo primo album.
  • Anni ’50: sono gli anni in cui gira film come attore e cantante nel contempo, come Serenata amara, La banda del buco, Fontana di Trevi, Canzone proibita e Primo applauso; nel 1955 e nel 1957 partecipa al Festival di Sanremo con Buongiorno tristezza e Corde della mia chitarra rispettivamente, vincendo entrambi gli anni.
  • Anni ’60: in questo periodo partecipa due volte all’Eurofestival ma non si piazza mai nelle prime tre posizioni; vince due edizioni di Canzonissima nel 1964 e nel 1966 con ‘O sole mio e Granada; nel 1963 con Jammo ja’ è al Festival di Napoli insieme a Maria Paris e nel 1965 si esibisce a Un disco per l’estate con Sifolina, canzone che canterà poco dopo anche al Festival della Musica Leggera di Venezia.
  • Anni ’70: in Dove sta Zazà, programma di Enrico Montesano e Gabriella Ferri, è protagonista con quest’ultima di una serie di memorabili stornelli a dispetto; tre anni dopo fonda, insieme al figlio Mauro, Radio Lazio conducendo il programma Socialmente con Claudio Villa; nel 1977 incide Villa, un album raro in cui sono raccolti i suoi brani più famosi riarrangiati in stampo sinfonico.
  • 1980-85: è ospite fisso al programma Il Bingoo di Antenna 3 Lombardia.
  • 1987: il 7 febbraio Pippo Baudo, durante la serata finale del Festival di Sanremo, annuncia in diretta nazionale la morte di Claudio Villa avvenuta a Padova.

 


Naviga ora sulle

“Maree Musica”

(clicca sul logo)

 

 

" Un’Amore Cosi Grande"

Claudio & Manuela Villa

Live Rai1Tv

(clicca sopra la scritta)