LaFavolaBlu logo

Gruppo d´Archi Veneto musica classica biografia discografia collaborazioni concerti info multimedia Gruppo d´ArchiVeneto LaFavolaBlu

Gruppo d´ArchiVeneto

 

Il “Gruppo d’Archi Veneto”, nato dieci anni fa da una mia idea, e’ un’Orchestra da Camera, ma all’occorrenza anche sinfonica, formata da persone che amano infinitamente la musica,cui riconoscono il valore che sottolineava gia’ Platone (“dove c’e’ musica, non ci puo’ essere nulla di cattivo”).

 

Si tratta di un Gruppo piuttosto…atipico,formato da amici che si ritrovano uniti nell’amore per il suonare insieme. Vi sono comprese persone che svolgono come attivita’ primaria il lavoro di medici,insegnanti,architetti,ingegneri, avvocati, ecc.., e non vogliono dimenticare quello che ha riempito per anni la loro vita in Conservatorio, a “latere” degli studi universitari, ma anche giovani allievi ed ex-professionisti della Musica ora…in quiescenza.

 

Nel suo orientamento di base, il GdAV si distingue dagli altri Ensembles per il fatto di aderire anzitutto ad un progetto, nel quale ciascuno porta il suo “mattoncino” in termini di disponibilita’ di tempo e di voglia di crescere insieme,oltre che per il suonare con grande gioia, e non per “routine”.

 

Da qui, le costanti fasi di studio per la conoscenza e l’approfondimento del repertorio, anche senza la scadenza di concerti in calendario.
Da qui il privilegiare la partecipazione (spesso a titolo gratuito) a quegli appuntamenti che arricchiscono lo spirito, purche’ le proposte siano serie e basate su solide basi organizzative.
E da qui anche il fatto che ogni mia attivita’ di promozione e di coordinamento artistico-organizzativo viene svolta come puro volontariato: dando per prima l’esempio,infatti, desidero rafforzare il concetto che, se si aderisce al tipo di esperienza che propongo,bisogna essere fortemente motivati e animati dalla convinzione che – avendo la la fortuna di operare in un campo cosi bello - la prima cosa e’ mettersi al servizio della Musica, per trovare occasioni di “crescita”, senza superficialita’ e protagonismi, ma in umilta’,serieta’, amicizia e spirito di condivisione.

 

Fin dall’inizio, infatti, ho cercato di mettere in pratica e di trasmettere ai piu’ giovani il messaggio che due grandi Maestri che ho profondamente ammirato ed amato, Mario Benvenuti e Piero Farulli, mi hanno sempre ripetuto: “la Musica e’ un bene che va restituito” : se riusciamo ogni volta a dare agli altri quanto plasmiamo dentro di noi, con generosita’ e disponibilita’, avremo gia’ fatto tanto, e il messaggio non puo’ non arrivare.

 

Va precisato pero’ che, pur lavorando in un clima di grande amicizia, dall’atmosfera sempre gioiosa, l’ Orchestra non perde mai di vista “l’obiettivo-qualita’” di quanto via via produce. Lo riconoscono tutti,direttori e solisti compresi.
Tra loro, il violinista Giuliano Carmignola, con cui abbiamo affrontato nel 2010 lo studio delle “Sinfonie Concertanti” di Mozart e Stamitz, poi eseguite con lui e con il M° Alfonso Ghedin. O come il violoncellista M° Walter Vestidello, con cui il GdAV ha effettuato nel 2012 uno stage, con concerto finale, sui concerti per violoncello di Vivaldi.

Quest’impegno diventa particolarmente oneroso, anche se vissuto in modo assai coinvolto ed arricchente, in occasione del “Concerto Sinfonico di S. Cecilia”, di cui l’Orchestra, in formazione sinfonica, e’ protagonista annualmente a fine-novembre presso il Teatro Comunale di Treviso, su invito della trevigiana “Ass.ne Mus. Francesco Manzato”.
Si tratta di un appuntamento oramai tradizionale,impreziosito in questi anni dalla presenza di solisti prestigiosi (come Markus Placci, Chiara Opalio, Enrico Bronzi, Corrado Orlando ….), i quali ci hanno dato generosamente una mano condividendo l’orientamento che sta alla base del nostro “sentire musicale”.

 

  • SPECIFICITA’

 

Da sempre ho lavorato sul concetto che – oltre agli eventi prestigiosi che vedono l’Orchestra protagonista, come i suddetti Concerti di S. Cecilia, le tournées in Grecia, la partecipazione ad importanti Rassegne Musicali, ecc …- e’ importante valorizzare una dimensione piu’ “intima” e meno “frequentata”.

E’ nato cosi l’assioma del “Suonar pregando” che vede il GdV impegnato :

 

  • Nella riscoperta e nell’esecuzione delle Messe di Perosi (trascritte per Orchestra d’Archi dal M° Antonio Carmignola), delle Messe Brevi di Mozart e Haydn, su progetto del M° Francesco Fanna, eseguite in questi anni a Treviso e Venezia nel corso delle celebrazioni liturgiche, o delle “Musiche delle Riduzioni Gesuitiche dell’America Latina”, su progetto del Coro “Academia Ars Canendi” diretto da Manuela Meneghello e del direttore d’orchestra paraguaiano M° Luis Szaran (attivita’ che ci e’ valsa la bella recensione del Prof. G. Romanato dal titolo “Il cemento delle Riduzioni”, sull’Osservatore Romano del 28 dicembre 2011, poi ripresa dal vaticanista S. Magister (http://chiesa.espresso.repubblica.it/articolo/1350137);

 

  • Nell’organizzazione di “Concerti del ricordo” come quello tenuto il 7 aprile del 2011 per commemorare le mille vittime del bombardamento di Treviso (7 aprile 1944), o quelli effettuati annualmente a Possagno, con gli amici del Coro “En clara vox”, per ricordare il grande Canova;

 

  • Nelle perfomances “I perimetri del cuore” come e’ stato in occasione dei concerti tenuti con il “Coro Filarmonico Trevigiano Sante Zanon”, alla Basilica di Assisi (2007) ed al Santuario di S. Pio a S. Giovanni Rotondo (2008).

 

Sogno nel cassetto: poter suonare in Vaticano, per Papa Francesco!


Fiorella Foti Carmignola

(Direttrice Artistica)

 


" Uno sguardo …dall’interno "


L’Orchestra Gruppo d’Archi Veneto da’ spazio a chi ama la musica per il semplice gusto di esprimere se stessi e condividere una piacevole intesa con un gruppo di amici.
Non si tratta di farlo per soldi, nulla a che fare con l’esigenza di trasformare una passione in professione. E’ piuttosto un’esperienza intensa di crescita musicale e allo stesso tempo di volontario servizio, nella speranza che la nostra musica possa regalare a chi ci ascolta anche un solo attimo di serenita’ e spensieratezza.

Sara Baruzzo: violinista, componente del GdAV dal 2009

 

 

GdAV: studenti,amatori,grandi solisti, che gustano la grande Musica dandosi del “tu”.
GdAV: un tassello nel grande mosaico della cultura trevigiana che resiste alla crisi.

Giulia Pontarolo: violinista, componente del GdAV dal 2008

 


 Naviga ore  sulle

“Maree Musica"
(clicca sui loghi)

 

 

 

      

 


"LaFavolaBlu" ringrazia pubblicamente e sentitamente

Fiorella Foti Carmignola

per la sua disponibilita' e per l'autorizzazione alla pubblicazione del ritratto orchestrale.