LaFavolaBlu logo

Serghej Rachmaninov musica classica storia ritratto personalita’ opere concerti info multimedia SerghejRachmaninov LaFavolaBlu

SerghejRachmaninov

 

“Serghej Vasil Evic Rachmaninov” nasce a Velikj Novgorod (vicino Mosca) il 1 aprile 1873.
A 6 anni riceve le prime lezioni di pianoforte da una pianista del conservatorio di San Pietroburgo la quale, notando il suo talento così precoce, lo aiuta a far entrare nel conservatorio; in seguito si trasferisce a Mosca come allievo di Nikolaj Zverev.

 

In questo periodo conosce Caykovskij, il quale influirà il suo percorso musicale; inoltre inizia a cimentarsi con la composizione, cosa che lo porta in contrasto con il suo maestro e per questo motivo anticipa di un anno l’esame per conseguire il diploma di pianoforte, mentre l’anno successivo si diploma anche in composizione. Dopo diverse esperienze negative (copyright, critiche, incomprensioni), decide di smettere per un po’ nel comporre e solo con l’aiuto morale di suoi amici e con le cure di uno psicanalista che ritorna sui suoi passi.

 

Le sue opere riscontrano un enorme successo, tale che si ritrova a viaggiare sia in Europa che negli Stati Uniti, paese in cui si trasferirà definitivamente a causa degli eventi susseguitesi alla Rivoluzione russa del 1917. Il dolore per il distacco dalla terra natia d’ora in poi influenzerà tutte le sue composizioni. Muore il 28 marzo 1943 a Beverly Hills.


 La carriera artistica di Rachmaninov:

 

  • 1881: entra nel conservatorio di San Pietroburgo, grazie alle sue doti precoci di pianista; in seguito si trasferisce a Mosca.
  • 1891: si diploma in pianoforte al conservatorio di Mosca con un anno di anticipo e l’anno successivo in composizione col massimo dei voti; sono del periodo il Preludio in Do diesis minore e Aleko.
  • 1892-1914: in questo periodo l’editore musicale è Gutheil.
    1896: viene orchestrata la prima Sinfonia ma l’esecuzione non è gradita al compositore e in seguito ad altri problemi decide per un po’ di tempo di non comporre più.
  • 1900: riprende a comporre e riprendono anche i successi.
  • 1902-1910: in questi anni si trova tra l’Europa e gli Stati Uniti per i suoi concerti.
  • 1918-1940: la sua attività si svolge prettamente negli Stati Uniti; in questo periodo amplia il suo repertorio sia con composizioni da orchestra che per strumenti, tra cui Danze sinfoniche op. 45.
  • 1943: il 17 febbraio tiene il suo ultimo concerto da pianista.
     

Naviga ora sulle

“Maree Musica”

(clicca sul logo)