LaFavolaBlu logo

Frank Sinatra musica internazionale biografia discografia collaborazioni concerti info multimedia FrankSinatra LaFavolaBlu

FrankSinatra

 

Francis Albert detto "Frank Sinatra" nasce a Hoboken il 12 dicembre 1915 e muore a Los Angeles il 14 maggio 1998.

È stato un cantante, attore e conduttore televisivo statunitense di origine italiana.

 

Noto in Italia col soprannome di The Voice ("La Voce"), nel resto mondo era conosciuto anche come Ol'Blue Eyes, Frankie, Swoonatra. È stato un personaggio di spicco nell'intrattenimento americano e mondiale, ed è passato alla storia per l'immortalità delle sue canzoni e per la sua fantastica voce, imponendosi nella musica dal primo dopoguerra fino ai giorni nostri e vendendo 150 milioni di dischi durante una carriera durata 63 anni.
Oltre 2200 brani e più di 60 album di canzoni inedite pubblicati (esclusi i postumi e le raccolte), ne fanno uno dei cantanti con la maggior produzione musicale della storia.

Come attore, Frank Sinatra interpretò 53 film. Il primo fu Higher and Higher del 1944, mentre l'ultima partecipazione fu in La corsa più pazza d'America N. 2 nel 1984.

 

Frank Sinatra nasce da padre siciliano e da madre ligure emigrati da bambini negli Stati Uniti. A scuola Frank imita comici e stelle del cinema e prova a cantare, ma, espulso dalla scuola, inizia a lavorare in una libreria e come operaio portuale, ma la sua passione rimane cantare.

 

Decide di diventare cantante anche grazie all’ammirazione per Bing Crosby e inizia a cantare in piccoli locali del New Jersey tra il 1931 e il 1932 facendosi notare dal trombettista Harry James.

 

  • 1935 – forma un gruppo chiamato gli Hoboken Four con cui vince il concorso per giovani talenti organizzato dal Radio Major Bowes' Amateur Hour.
  • 1938 – Sinatra diventa intrattenitore ufficiale del Rustic Cabin, un saloon che trasmetteva spettacoli dal vivo nella Dance Parade di New York. Lo stesso anno viene arrestato per molestie a una ragazza (Nancy Barbato) che diventerà la sua futura prima moglie e da cui avrà 3 figli: Nancy (1940), cantante attiva soprattutto negli anni ‘60 e ‘70, Frank Sinatra Jr.(1943), musicista, direttore d'orchestra e cantante e Christina (1948) prodruttrice cinematografica.
  • 1939 – registra la sua prima canzone All or Nothing at All con l’orchestra di Harry James.
  • 1940 – si unisce all’orchestra di Tommy Dorsey con cui diventa famoso come cantante; Sinatra piace ai giovanissimi che rappresentano un pubblico nuovo per la musica leggera, solitamente rivolta ad un pubblico adulto.
  • 1941/42 – è intrattenitore delle truppe statunitensi.
  • 1942 – lascia la band di Tommy Dorsey e firma un contratto con la Columbia Records: ha un enorme successo e nel ’43 e ’44 entra per 23 volte nelle top ten americane. È in questo periodo che si afferma come The Voice.
  • 1944 – dopo alcuni film minori, è protagonista nella commedia musicale Higher and higher.
  • 1945 – recita in Due marinai e una ragazza (Anchors aweigh) accanto a Gene Kelly che gli insegnerà a ballare.
  • 1947/48 – lavora ininterrottamente a New York City, al Madison Square Garden, al Waldorf Astoria, e al Capitol Theater.ì
  • 1949 – interpreta con Gene Kelly, Ann Miller e Betty Garrett, Un giorno a New York (On the town), film di enorme successo, che è considerato uno dei migliori musical della storia del cinema.
  • 1950 – scade il contratto con Luis B. Mayer e Sinatra cerca più scritture possibili come cantante arrivando a sostenere tre concerti per sera; all’inizio è un grande successo ma successivamente ha un effetto deleterio sulla voce e sulla salute, sfociando in un emorragia sottomucosa che mette fuori uso le sue corde vocali. Fortunatamente si riprende velocemente esibendosi in una splendida performance al Palladium di Londra
  • 1951 – 9 giorni dopo il divorzio da Nancy Barbato, Sinatra sposa l'attrice Ava Gardner, da cui si separa, dopo vari litigi e tradimenti da entrambe le parti, nel 1953.
    In questo periodo Sinatra sperimenta una crisi dovuta a vari fattori: lo scarso successo di due suoi film Quei dannati quattrini (Double Dynamite) e Lasciami sognare (Meet Danny Wilson), la scadenza del contratto con la Columbia Records, la fine del supporto della sua agenzia (MCA), la persecuzione dell’ufficio delle imposte per gli arretrati non pagati e la tormentata relazione con Ava Gardner; tutto ciò lo porta a una situazione di stress che sfocia in tentativi di suicidio.
  • 1953 – inizia la ripresa: firma un contratto con la Capitol Records e vengono incisi 4 brani di cui uno (I walking behind you) entra subito nelle classifiche dove rimane per molto tempo. Dopo brani con un spiccato senso dello swing, Sinatra ha un enorme successo con LP Songs for young lovers che è considerato il primo “concept album”, cioè una raccolta di brani aventi un tema comune; l’album porta anche al successo il microsolco, nuovo formato di dischi che va a sostituire il 78 giri di gommalacca.
    A questo album ne seguono altri sotto la Capitol e tutti hanno un grande successo sia di pubblico che di critica (sono considerati, oggi, quelli meglio riusciti artisticamente).
  • 1954 – l'attrice Mercedes McCambridge pronuncia il suo nome quale assoluto vincitore dell'Oscar come miglior attore non protagonista per il film Da qui all’eternità di Fred Zinnemann; il successo cinematografico gli fa ottenere un nuovo contratto e rilancia definitivamente anche la sua carriera di cantante
  • 1955 – esce In the We Small Hours che contiene In the we small hours of the morning, Last night when we were young e This love of mine
  • 1956– esce Songs for Swingin' Lovers che racchiude la celebre I've got you under my skin, You make me feel so young, Pennies from Heaven e Too marvelous for words.

Tra il ’57 e il ’60 escono altri 11 album: Frank Sinatra era ormai divenuto leggenda.
Tra la fine degli anni ’50 e ’60 viene formato il Rat Pack: un gruppo di amici e famosi uomini di spettacolo di cui facevano parte oltre a Sinatra, anche Dean Martin (il miglior amico di Sinatra), Sammy Davis Jr., Peter Lawford e Joey Bishop. Il Rat Pack diventa famoso grazie al film Colpo Grosso (Ocean's eleven), che racconta di una rapina in un casinò di Las Vegas. Il gruppo si impegna anche contro la segregazione razziale e grazie ad esso molti locali adottano un atteggiamento più tollerante.

  • 1960 – Sinatra decide di fondare una propria etichetta discografica, la Reprise Records.

Tra il 1965 e il 1969 – appare in molti special televisivi dove canta in duetto con la figlia Nancy, Ella Fitzgerald, Antonio Carlos Jobim, The Fifth Dimension e Diannah Carroll.

  • 1966 – si sposa con l'attrice Mia Farrow, più giovane di trent'anni, dalla quale divorziò dopo due anni.
  • 1971 – si esibisce al Royal Festival Hall di Londra davanti alla principessa di Monaco Grace Kelly; lo stesso anno comunica in un’intervista di voler interrompere la sua attività per almeno un anno e per dare un temporaneo addio al pubblico, organizza un favoloso concerto all'Ahmanson Theatre di Los Angeles.
  • 1973 – ritorna a cantare alla Casa Bianca per la festa degli italo-americani alla presenza del presidente Richard Nixon.
  • 1974 – rientra a Las Vegas con diverse serate al Caesars Palace, e a New York dove si esibisce in 2 concerti al Madison Square Garden; questi due concerti vengono chiamati The Main Event,vengono trasmessi in tv e guardati da circa 100 milioni di spettatori negli USA.
  • 1976 – quarto matrimonio: si sposa con Barbara Blakely Marx, con cui rimane fino alla morte.
  • 1977 – la madre di Sinatra muore in un incidente aereo e lo stesso anno organizza un concerto per ricordarla, dove raccoglie la cifra record di 6 milioni di dollari.
  • 1979 – per i suoi 40 anni di carriera viene organizzata una festa a sorpresa al Caesars Palace di Las Vegas a cui partecipano star internazionali passate e presenti, tra cui: Glenn Ford, Lucille Ball, Orson Welles, Dean Martin, Tony Bennett, James Cagney, Paul Anka, Milton Berle, Sammy Davis Jr., Peter Falk, Robert Mitchum, Dionne Warwick, Gene Kelly e Cary Grant.
  • 1980 – si esibisce in un grandioso concerto allo stadio Maracanà di Rio De Janeiro che entra nel Guinness dei primati: 175.000 spettatori accorsi a sentire un unico cantante.
    Lo stesso anno registra l’album Trilogy: Past, Present and Future che lo rilancia nell'immagine e nello stile, con nuove canzoni e arrangiamenti (contiene per esempio: New York, New York, Something, You and Me e It Had to be you); l’album vince nel 1981 il Grammy Award.
  • 1982 – a New York, in un concerto di beneficienza duetta con Luciano Pavarotti di cui diventa grande amico e con cui duetterà nella canzone My way (1994)
    Negli anni ’80 Sinatra moltiplica i concerti a Las Vegas e gira il mondo esibendosi in tutti i continenti.
    Importantissime nella sua carriera sono le presenze dei suoi amici d'infanzia: i chitarristi Tony Mottola e Al Viola, gli arrangiatori Don Costa, Gordon Jenkins, Quincy Jones, il direttore d'orchestra e pianista Bill Miller, che lo ha accompagnato nei suoi concerti per quasi cinquant'anni, e l'arrangiatore Nelson Riddle.
  • 1986 – dopo quasi 25 anni Sinatra si esibisce in concerto in Italia (a Milano) a cui partecipano 9000 spettatori e che verrà trasmesso dalla RAI e visto da 8 milioni di italiani. Per il successo ottenuto, Frank torna in Italia l’anno seguente per 5 concerti, nell’89, e nel ’91.
  • 1988 – l’orchestra ufficiale di The Voice fino ad allora diretta da Bill Miller, viene affidata al figlio Frank Sinatra Jr., che lo accompagnerà fino alle ultime esibizioni nel 1995.

  • 1990 – festeggia i 75 anni di vita e i 50 di carriera con un concerto alla Byrne Meadowlands Arena di East Rutherford, New Jersey, davanti a sessantamila persone che alla fine intonano "Happy Birthday", facendo commuovere Sinatra.
  • 1991 – inizia il Diamond Jubilee Tour, una serie di concerti tenuti in tutto il mondo per festeggiare appunto i cinquant'anni di carriera
    Sinatra continua a cantare anche negli anni novanta incidendo, inoltre, per la sua vecchia casa discografica Capitol Records, due album di duetti con altre star internazionali che vendono milioni di copie. Straordinario successo avranno anche i video dei duetti tra Frank Sinatra e Bono Vox (I've Got You Under My Skin) quelli con Aretha Franklin (What now my love) e con Anita Baker (Witchcraft).
  • 1994 – a luglio, per l’inizio dei mondiali di calcio, si esibisce in concerto al Dodger Stadium di Los Angeles. Lo stesso anno però, si concludono i suoi concerti dal vivo: a dicembre a Fukuoka in Giappone, al termine del concerto, annuncia che quella sarebbe stata l’ultima volta che si sarebbe esibito su un palco
  • 1995 – si esibisce davanti a 1200 ospiti selezionati, per la serata di chiusura della stagione del Frank Sinatra Desert Classic golf tournament. Lo stesso anno gli viene consegnato il Grammy Award per l’album Duets II e viene anche organizzata una grande festa a Los Angeles in occasione dei suoi 80 anni; questa diventa un evento intitolato Sinatra: 80 Years My Way, e viene trasmesso alla tv statunitense e seguito da quasi 150 milioni di persone.
    Gli autobus di Chicago, New York e Los Angeles esibirono lo striscione con la scritta Happy birthday Frankie, e i teatri di Broadway si fermarono per un minuto.
  • 1996 – inizia a soffrire di gravi problemi cardiovascolari. Dopo un’ultima apparizione pubblica, si ritira nella sua casa a Malibù.
  • 1998 – dopo 3 infarti e un ictus, un quarto infarto lo coglie e il 14 maggio si spegne per sempre.
    Per rendergli onore, nella notte tra il 14 e il 15 maggio tutte le luci di Las Vegas si spensero, per la prima e unica volta. A New York, l'Empire State Building si illuminò di blu, in omaggio a Old Blue Eyes.

 

Il funerale viene celebrato il pomeriggio del 20 maggio, nella chiesa cattolica di Beverly Hills, alla presenza di 400 amici. Viene sepolto a fianco dei suoi genitori nel piccolo cimitero di Cathedral City il Desert Memorial Park, sotto una semplice lapide sulla quale è inciso "The best is yet to come" (Il meglio deve ancora venire)

Dopo la morte vengono ancora pubblicate molte raccolte dei suoi brani più famosi; una di queste è Nothing but the best, uscita nel 2008, in onore del decennio della morte di Sinatra.

 

Nella sua lunghissima carriera, si è aggiudicato:

 

  1. Premi Oscar (più un Premio umanitario Jean Hersholt).
  2. 2 Golden Globes,21 Grammy Awards.
  3. 1 Emmy Award il Cecile B. DeMille Awards.
  4. 1 Peabody.
  5. il Kennedy Center Honors (1983).
  6. la Presidential Medal of freedom (Medaglia presidenziale della libertà – 1985).
  7. la Congressional Gold Medal (Medaglia d'oro del Congresso – 1997).

 


Naviga ora sulle

"Maree Musica"

(clicca sui loghi)