LaFavolaBlu logo

Michele Zarrillo musica italiana biografia discografia collaborazioni concerti info multimedia MicheleZarrillo LaFavolaBlu

MicheleZarrillo

 

"Michele Zarrillo" nasce a Roma il 13 giugno del 1957. Comincia la sua carriera agli inizi degli anni ’70 come chitarrista cantante di diversi gruppi rock progressive ed in seguito come solista di musica pop col nome d’arte di Andrea Zarrillo.

 

La sua gavetta nel mondo musicale, nonostante le diverse produzioni, è decisamente lunga, poiché la sua fama inizia ad aumentare dopo che vince il Festival di Sanremo del 1987 nella categoria Nuove proposte con La notte dei pensieri.

 

Il vero successo è comunque legato dall’inizio della collaborazione con Vincenzo Incenzo. Torna al Festival di Sanremo nel 1994 con Cinque giorni che segna il buon momento dell’artista romano fino a questo momento. 

 In sintesi la carriera artistica di Michele Zarrillo:

 

  • 1972: è l’anno dell’esordio come chitarrista e cantante nei Semiramis con i quali pubblica un album, Dedicato a Frazz (1973); l’anno dopo il gruppo si scioglie e si unisce ai Rovescio della Medaglia.
  • 1979: vince il Festival di Castrocaro con Indietro no; nello stesso periodo collabora per le musiche di brani di Renato Zero (Sesso o esse) e Ornella Vanoni (Ricetta di donna).
  • Anni ’80: sono ancora anni di formazione per Zarrillo e il momento buono arriva nel 1987 con la vittoria al Festival di Sanremo con La notte dei pensieri; l’incontro con Vincenzo Incenzo è l’inizio della scrittura di brani che fino ad oggi riscontrano molto successo.
  • Anni ’90: è il decennio della svolta che inizia nel 1994 con il quinto posto al Festival di Sanremo con Cinque giorni e il successo dell’album Come uomo tra gli uomini e ben presto, dopo l’uscita di L’amore vuole amore (1997) anche fuori dei confini italiani, la sua fama si estende oltre oceano.
  • 2000 : sono anni di studio e ricerca di nuove musicalità e di arricchimento delle tematiche dei suoi brani, come lo dimostrano Il vincitore non c’è (2000), Le occasioni dell’amore (2002), Liberosentire (2003) e L’alfabeto degli amanti (2006).

 


Naviga ore sulle

“Maree Musica”
(clicca sui loghi)