LaFavolaBlu logo

Fiorella Mannoia musica italiana biografia discografia collaborazioni concerti info multimedia FiorellaMannoia LaFavolaBlu

FiorellaMannoia

 

"Fiorella Mannoia" nasce a Roma il 4 aprile del 1954. La sua carriera non comincia con la musica ma i suoi esordi davanti al pubblico avvengono col cinema, facendo la controfigura in alcuni film a Lucia Mannucci e Monica Vitti.

Il debutto nel mondo della musica avviene nel 1968 quando partecipa al Festival di Castrocaro e riesce ad avere il suo primo contratto discografico ma i primi brani incisi passano quasi inosservati. Bisogna aspettare gli anni ’80 perché si faccia conoscere meglio e ciò avviene prestando la sua voce a un brano con Pierangelo Bertoli, Pescatore.

 

Il primo vero successo arriva al Festival di Sanremo del 1981, presentando Caffè nero bollente ma è con Come si cambia, presentato tre anni dopo sempre al festival, che riceve la consacrazione a grande interprete. Durante la sua carriera collabora con diversi grandi nomi della musica, tra cui Mario Lavezzi in Momento delicato, Enrico Ruggeri e Ivano Fossati che scrivendo per lei (rispettivamente) Quello che le donne non dicono e Le notti di maggio le fanno vincere per due anni consecutivi il Premio della Critica al festival sanremese del 1987 e 1988.

 

Nel 1992 esce I treni a vapore, album di grande successo in cui spiccano Il cielo d’Irlanda, I treni a vapore e I venti del cuore. Le produzioni più recenti riguardano raccolte di suoi successi rivisitati e di cover d’autore, a parte Onda tropicale del 2006 e Il movimento del dare del 2008. Ultimamente è spesso accompagnata nei suoi concerti dalla giovane rivelazione Noemi, con la quale ha inciso L’amore si odia, valendo per entrambe un Wind Music Award 

 In sintesi la carriera di Fiorella Mannoia:

 

  • 1968: esordisce nel mondo della musica esibendosi al Festival di Castrocaro con un brano di Adriano Celentano, Un bimbo sul leone, dove non vince ma viene notata e subito scritturata per un contratto discografico.
  • Anni ’70: nonostante le sue doti vocali non indifferenti, le sue prime produzioni discografiche sono quasi totalmente ignorate.
  • Anni ’80: è il decennio in cui l’artista romana raccoglie i suoi primi successi; sono gli anni di Pescatore con Pierangelo Bertoli, dei vari successi sanremesi con Come si cambia, Quello che le donne non dicono e I dubbi dell’amore e delle collaborazioni con Ivano Fossati, Enrico Ruggeri e Francesco De Gregori.
  • Anni ’90: in questo periodo nascono i suoi album più belli, I treni a vapore (1992) e Belle speranze (1997), dove collabora con Massimo Bubola, il suo compagno Piero Fabrizi e con Samuele Bersani; con Certe piccole voci (1999), primo album dal vivo, conquista il doppio disco di platino.
  • 2000 : le produzioni recenti sono per lo più raccolte dei suoi successi riarrangiati sia live che in studio ed escono solo due album inediti, Onda tropicale (2006) dedicato alla musica brasiliana e Il movimento del dare (2008), dove collabora con Jovanotti, Ligabue, Tiziano Ferro e Ivano Fossati.
  • 2005: viene nominata Ufficiale della Repubblica Italiana

 


Naviga ora sulle

 “Maree Musica”

(clicca sui loghi)