LaFavolaBlu logo

Storia disco dance italia germania, francia spagna olanda polonia giappone teoria testo nino baldan MareaDiscoMusic LaFavolaBlu

MareaDiscoMusic

" La storia della musica Italo dance "

 

Le particolarita' di un'innovativa personalizzazione dal gusto Italiano.

 

 

Dopo avere allestito le tre pagine informative sull’intero ciclo evolutivo della musica dance, ci sembrava piu’ che mai doveroso dedicarne una riassuntiva sul fenomeno musicale prettamente “Italiano”.

 

Per fare mente locale dovremo partire alla fine degli anni ’70 quando concretamente esplode il fenomeno della Dance, attirando sempre piu giovani a ballare all’interno delle discoteche.
Arrivata dall’America e dall’Europa questa melodica sbarchera' in Italia stimolando i nostri musicisti a ricreare un fenomeno tutto di “casa nostra”. Tutto questo pero’ lasciando immutate le caratteristiche dell’import e cioe’ la lingua rigorosamente “Inglese”,e le sue sonorita’ originali.

Eccone allora i risultati dal punto cronologico ed evolutivo:

 

  • 1978-1979

Si avviano i primi tentativi di creazione della Italo Dance ad opera di: - Fratelli La Bionda (One for You One for Me) m- Claudio Simonetti e Giancarlo Meo (produttori rispettivamente degli Easy Going, Vivien Vee, Kasso e Capricorn) – Celso Valli (Azoto) – Mauro Malavasi.

 

  • 1980

Avviene un mutameno del suono della dance Italiana, per adeguarsi al neo filone: la dane realizzata con strumenti elettronici,sintetizzatori, filtri, effetti sonori. Ne derivera’ una musica che dall’ascolto ti proietta verso il futuro. Padre Italiano in America di tali innovazioni: Giorgio Moroder, seguito da Patrick Cowley e Bobby Orlando.

 

  • 1982

Ecco i nuovi brani di Gary Low (You are a dancer), Gazebo (Masterpiece), ‘Lectric Workers (Robot is sistemi), dove in parte si mantiene il suono “Funky disco” degli anni ’70, un segnale piu’ che mai evidente che l’evoluzione in Italia ed in materia, e’ ancora nella fase immatura.

 

  • 1983

Un’editore tedesco, Bernard Mikulski, pubblichera’ una doppia raccolta “lp” intitolata “The Best of Italo Disco”, determinando la nascita ufficiale del genere del bel paese.
A seguito di tale fenomeno i discografici ed i musicisti stabilizzeranno delle regole nella creazione della dance:

-Il Ritmo binario, suonato con moderata velocita’ e caratterizzato da un battere (clap o boom).

-La Struttura, a 4/4 dove in ogni quarto si evidenzia lo stesso ostinato di bassi, ed ogni volta su una nota diversa per poi ripetersi da capo. In tutto 4/5 di varianti di giri con accordi diversi.

-La Melodia, che si ripete per ciascuno dei quarti, senza modificarsi nel gradino che i bassi compiono in quel movimento.

-La Voce, nella canzone, viene filtrata con l’effetto elettronico,segnando il gioco di bassi.

-Il Testo, mantiene la lingua Inglese, spensierata e tende a raccontare storie del’amore, la vita notturna, mantenendo il filone Americano.

 

Da questa costruzione “Italiana” la musica “Italo dance” prendera’ notevole successo all’estero (Germania, Francia, Spagna, Olanda, Polonia, Giappone) vendendo ovunque milioni di dischi ed arrivando perfino a stimolare, i tentativi di imitazione, come ad esempio –Modern Talking (Inghilterra) –New Baccara (Spagna).

 

L’artista maggiormente riconosciuto il piu’ rappresentativo nel panorama della Italo Disco e’ “Den Harrow”. Un vero e proprio personaggio creato in studio dalla produzione dei Dj milanesi: Turati e Chieregato, autori anche dei testi. Nell’esibizione live appare il modello biondo Stefano Zandri ma nella realta’ nella voce, si alterneranno piu cantanti, primo fra questi l’Americano Tom Hooker.

 

In qualita’ di importanza del genere, segue Mauro Farina autore di ben oltre 5.000 canzoni, cantate da lui stesso utilizzando piu denominazione come ad esempio i Radiorama (in coppia con Simona Zanini).
 

Un altro fautore sara’ Domenico Ricchini conosciuto con lo pseudonimo di Joe Jellow. Va segnalato che a tutt’oggi (2010) proprio queste musiche si possono ancora trovare, ad esempio, nelle sigle televisive in Giappone.

Siamo sul finire degli anni

 

  • 1986-’87 

Siamo negli anni e nel momento piu’ fervido in assoluto. Nascono nuove etichette discografiche e nuovi cantanti di Italo disco, apprendono sempre piu’ sulle televisioni, le radio, i giornali ma nascono anche i primi “Video Musicali” che riproducono il brano cantato in originale dall’artista.

In questi momenti, grazie proprio alla musica, l’Italia puo’ dire si sentirsi al centro della cultura mondiale.

 

  • 1988 – ‘89

Dall’estero arrivera’ l’ondata della musica “House” e di quella “Techno”, caratterizzate da sonorita’ ripetitive ed apportando una ventata di novita’. Successivamente decadra’ la dance costruita in Italia restando un fenomeno in voga, anche nel 2010, nei paesi europei (Polonia, Russia, Scandinavia ) ma anche in Giapppone.

In risposta al genere House, l’Italia si adegua allo stile compositivo o “HiNro” e modificando solo i “Bps” (beat/second) ed aumentando cosi la velocita’ del brano.
Mauro Farina che e’ a tutt’oggi, il produttore Italiano nel mercato estero, racconta che proprio questa mutazione dei “Bps” sia particolarmente richiesta in Giapppone dove la “Italo disco” occupa i primi posti delle classifiche di vendita.
 

  • 1993 – ‘94

La dance “House” viene affiancata dalla nuova “dance commerciale”, melodico e spensierata ma dal tono aggressivo ed a tratti “martellante”, che ne costituira’ a tutti gli effetti, l’erede della Italo disco.
Oggi Lp o Cd Italo disco non sono piu’ reperibili sul mercato perche’ dichiarati dalla case discografiche “Fuori produzione”. Per chi ne e’ appassionato dovra dunque rivolgersi a mercatini o particolari venditori di musica d’epoca.

 

  Moda jeans Disco Music Anni '80

 

 

 

 

 

 

 

                      Moda stivali Camperos Disco Music '80

   

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


Elenco generale dei principali successi (Musicista e titolo del brano) della Disco Music Italia :

 

Albert One - Turbo Diesel
Alexander Robotnick - Problemes D'Amour
Atrium - Weekend
Azoto - Exalt Exalt, San Salvador
Baltimora - Tarzan Boy
Blocksystem - Don't Leave Me
Bruce & Bongo - Geil
Carrara - Shine On Dance
Cyber People - Void Vision, Polaris
Den Harrow - Dont Break My Heart, Bad Boy, Future Brain
Denise & Baby's Gang - Disco Maniac
Dharma - Plastic Doll
Doctor's Cat - Feel the Drive, Gee Whiz
Edyta - ABC Letters of Love, Be slave of my heart, Come back, Loosing my religion
Tony Esposito - Papa Chico, Kalimba De Luna
Finzy Kontini - Cha Cha Cha
Fun Fun - Happy station, Colour My Love
Gazebo - I Like Chopin
Hipnosis - Pulstar
Italian Boys - Midnight Girl
Ivrn - Fotonovela
Joe Yellow - Take My Heart, Lover to Lover
Kano - Another Life
Klein & M.B.O. - Dirty Talk
Koto - Visitors, Jabdah, Chinese Revenge
Ken Laszlo - Hey Hey Guy, Tonight, Mary Ann, Don't Cry
Laserdance - Laserdance, Shotgun (In the Night)
Lime - Angel Eyes
'Lectric Workers - Robot is Systematic, The Garden
Malcolm & the Bad Girls - Shoot Me
Martinelli - Cinderella
Michael Bedford - More than a kiss, Tonight
Miko Mission - How Old Are You?,
Mr. Flagio - Take a Chance
My Mine - Hypnotic Tango
N.O.I.A. - Stranger in a Strangeland, Looking for Love
Sandy Marton - People from Ibiza
One System - Life is Very Short
P. Lion - Happy Children, Dream
Phaeax - Talk About
Silver Pozzoli - Around My Dream
Linda Jo Rizzo - You're My First, You're My Last
Primadonna - Angel You
Radiorama - Desire, Aliens, Fire
Righeira - Vamos a la playa,No tengo dinero
Ryan Paris - La Dolce Vita
Sabrina - Boys, Sexy Girl, My Chico
Savage - Don't Cry Tonight, Only You, A Love Again
Scotch - Disco Band, Take Me Up, Mirage, Man to Man, Penguin's Invasion, Plus Plus
Taffy - I Love My Radio
Topo & Roby - Under The Ice
Trans X - Living on Video
Valerie Dore - The Night, Get Closer, Lancelot
Wish Key - Orient Express, Last Summer

 

 


 "LaFavolaBlu" ringrazia pubblicamente e sentitamente

Nino Baldan

per avere autorizzato la pubblicazione della sua documentazione.

Tesi universitaria per Esame:

"Teoria e critica del testo musicale".