Progetto Musico Sognante Italiano
MENU
FiorellaMannoia
sito di musica Italiana e Internazionale anni 60 70 80 90 dance pop classica melodica crossover

LaFavolaBlu sito di musica Italiana e Internazionale anni 60 70 80 90 dance pop classica melodica crossover FiorellaMannoia

FiorellaMannoia

Fiorella Mannoia | La Casa In Riva Al Mare

21 giugno 2019

Abitava in una casa in riva al mare e poi...fu solo in mezzo al *Blu*.

Storia ordinaria di Sogno e Follia, fra un testo poetico, le note, la melodia. gli strumenti live ed una voce.

 

Le azzurre maree Italiane del Cuore Sognante di:

" Fiorella Mannoia "

FiorellaMannoia

 height=293

"Fiorella Mannoia" nasce a Roma il 4 aprile del 1954.

La sua carriera non comincia con la musica ma i suoi esordi davanti al pubblico avvengono col cinema, facendo la controfigura in alcuni film a Lucia Mannucci e Monica Vitti.

Il debutto nel mondo della musica avviene nel 1968 quando partecipa al Festival di Castrocaro e riesce ad avere il suo primo contratto discografico ma i primi brani incisi passano quasi inosservati.

Bisogna aspettare gli anni ’80 perché si faccia conoscere meglio e ciò avviene prestando la sua voce a un brano con Pierangelo Bertoli, Pescatore.

 

Il primo vero successo arriva al Festival di Sanremo del 1981, presentando Caffè nero bollente ma è con Come si cambia, presentato tre anni dopo sempre al festival, che riceve la consacrazione a grande interprete.

Durante la sua carriera collabora con diversi grandi nomi della musica, tra cui Mario Lavezzi in Momento delicato, Enrico Ruggeri e Ivano Fossati che scrivendo per lei (rispettivamente) Quello che le donne non dicono e Le notti di maggio le fanno vincere per due anni consecutivi il Premio della Critica al festival sanremese del 1987 e 1988.

 

Nel 1992 esce I treni a vapore, album di grande successo in cui spiccano Il cielo d’Irlanda, I treni a vapore e I venti del cuore. Le produzioni più recenti riguardano raccolte di suoi successi rivisitati e di cover d’autore, a parte Onda tropicale del 2006 e Il movimento del dare del 2008. Ultimamente è spesso accompagnata nei suoi concerti dalla giovane rivelazione Noemi, con la quale ha inciso L’amore si odia, valendo per entrambe un Wind Music Award 

 

height=200

 In sintesi la carriera di Fiorella Mannoia:

 

  • 1968: esordisce nel mondo della musica esibendosi al Festival di Castrocaro con un brano di Adriano Celentano, Un bimbo sul leone, dove non vince ma viene notata e subito scritturata per un contratto discografico.
  • Anni ’70: nonostante le sue doti vocali non indifferenti, le sue prime produzioni discografiche sono quasi totalmente ignorate.
  • Anni ’80: è il decennio in cui l’artista romana raccoglie i suoi primi successi; sono gli anni di Pescatore con Pierangelo Bertoli, dei vari successi sanremesi con Come si cambia, Quello che le donne non dicono e I dubbi dell’amore e delle collaborazioni con Ivano Fossati, Enrico Ruggeri e Francesco De Gregori.
  • Anni ’90: in questo periodo nascono i suoi album più belli, I treni a vapore (1992) e Belle speranze (1997), dove collabora con Massimo Bubola, il suo compagno Piero Fabrizi e con Samuele Bersani; con Certe piccole voci (1999), primo album dal vivo, conquista il doppio disco di platino.
  • 2000 : le produzioni recenti sono per lo più raccolte dei suoi successi riarrangiati sia live che in studio ed escono solo due album inediti, Onda tropicale (2006) dedicato alla musica brasiliana e Il movimento del dare (2008), dove collabora con Jovanotti, Ligabue, Tiziano Ferro e Ivano Fossati.
  • 2005: viene nominata Ufficiale della Repubblica Italiana

 


Naviga ora sulle

 “Maree Musica”

(clicca sui loghi)